SPEDIZIONE 24/48H A PARTIRE DA € 9,50 - GRATUITA PER ORDINI >249€

I caricabatterie per barche: panoramica



Viviamo tutti i giorni inconsapevoli della quantità di energia elettrica che consumiamo. Ogni bimestre poi, qualcuno ce lo ricorda.

Non è sempre stato così ma pare che ora tornare indietro non sia più possibile, anzi, la richiesta è sempre in aumento e l’energia è uno dei campi nei quali il progresso galoppa senza freni. Si sta anche rivalutando un ritorno al nucleare (con processo differente) per risol-vere definitivamente il problema.

Le grandi comodità che ci permette l’energia elettrica ormai non sono in discussione, neanche in barca.

Infatti negli ultimi decenni si è assistito al trasferimento pari-pari delle nostre abitudini domestiche, prima in auto e poi, inevitabilmente in barca, visto che il settore yachting segue pedissequamente l’auto-motive.

Certo ogni cosa è possibile ma rimane un problema di fondo: Dove reperire una tale quantità di corrente su un mezzo nautico?

Beh, ma dalle batterie!

Ecco, le batterie vengono costantemente caricate dall’alternatore con il motore acceso, e quando siamo in rada a fare il bagno o a mangiare sorseggiando un calice di prosecco ghiacciato (sapete quanto consuma il vostro frigo?) ci forniscono la corrente necessaria agli usi di bordo. Oppure vostro figlio vuole vedere la tv o avete da ricaricare i telefoni o da usare il wc e la doccia, se è notte vorrete anche accendere delle luci (alcune sono obbligatorie ovvio) insomma, la corrente vi serve e le batterie devono essere in ottima salute (pena, talvolta, se non avete separato il banco batterie, l’impossibilità di ripartire).

Come fare per avere sempre le batterie al top? Occorre un caricabatteria efficiente e di qualità e ancora una volta il risparmio non sarà nostro alleato. Infatti, una volta rientrati in porto e collegati alla banchina, troveremo una corrente a 220 volts che per ricaricare andrà trasformata a 12/14 volts e questo lavoro di tra-sformazione e ricarica (lenta) andrà effettuato da un caricabatterie efficiente.

Come scegliere il caricabatterie

La prima regola è conoscere bene il nostro banco batterie. Al momento esistono in commercio 4 tipologie di batterie per barche, vediamole brevemente:
  • Batteria a elettrolito liquido. Sono le più economiche ma quelle con più li-miti. Non possono stare scariche troppo tempo, devono essere piazzate verti-cali pena la fuoriuscita del liquido, e devono stare in un gavone ventilato per il loro surriscaldamento.
  • Batteria a gel. Puoi metterla ovunque in qualsiasi posizione.
  • Batteria nautica AGM: stesse performance di quelle a gel ma con più carica di riserva.
  • Batteria Spiralcemm AGM, in aggiunta alle performance precedenti, ha un’altissima resistenza alle vibrazioni e un tempo di ricarica più rapido.
 
Una norma etica per il nostro ambiente è quella di informarsi all’atto dell’acquisto, di come smaltirle una volta esauriti i cicli di ricarica.

Ora che abbiamo individuato le nostre batterie, vediamo il panorama dei caricabatterie sul mercato, iniziando da un accessorio a bassa potenza: si tratta di un Caricabatteria SBC/NRG, con caratteristica di caric a tre stadi (può caricare diversi tipi di batteria e può erogare piena potenza anche con bassa tensione di alimentaizone), per terminare con il più potente e affidabile Caricabatterie Quick SBC NRG ...

La scelta dipende in buona sostanza, non solo dalla tipologia delle batterie, come abbiamo visto ma anche dalla potenza necessaria. Un gommone con una sola batte-ria avrà meno esigenze di un 25 metri e il caricabatterie ne sarà una semplice con-seguenza.

Il nostro panorama di caricabatterie delle migliori marche come MZ ELECTRONIC, QUICK e VICTRON, possono soddisfare tutte le richieste e soddisfare tutte le vostre necessità. 

Da non dimenticare, ovviamente, un buon inverter.

A cosa serve un inverter?

Serve a “invertire” la corrente delle batterie (12/14 volts) in corrente a 220 volts, come quella di casa per intenderci. Alla 220 potete collegare il forno, il famigerato frigo, tutti gli elettrodomestici e i caricatori vari (tele-fono, torce, radio vhf). 
Il nostro panorama commerciale anche in questo campo spazia tra i migliori rappor-ti qualità prezzo presenti sul mercato: VICTRON (presente addirittura con un mo-dello integrato caricabatterie/inverter) WAECO.

Per concludere, sia che siate un regatante super HI Tech, un navigatore solitario minimalista o un motorista viziato, avere sempre una riserva energetica a bordo, vi farà trascorrere giornate piacevoli.

Marco Scanu, diplomato al nautico, conduttore imbarcazioni, si occupa di comunicazione soprattutto in campo nautico.



  • Pubblicato il
  • 31/03/2021

Prodotti che ti potrebbero interessare

Email Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
  • pagamenti